Annunci di Lavoro

Il Latte alla Spina

Il Latte Crudo, i sapori della tradizione

La recente riscoperta dei sapori antichi si è arricchita anche del latte crudo, presenza quotidiana sulle tavole delle case contadine dei nostri nonni. In molte città d'Italia sono, infatti, stati aperti distributori di latte appena munto davanti ai quali si mettono in fila numerose persone con in mano una bottiglia di vetro da riempire con un alimento genuino, fresco ed in molti casi meno costoso di quello confezionato. 

Gli allevatori riforniscono ogni giorno i distributori di un latte che non ha subito trattamenti termici, è ricco di fermenti lattici vivi, di elementi nutritivi essenziali per il nostro corpo e va consumato in maniera diversa da quello pastorizzato, sterilizzato e omogeneizzato che è venduto in cartoni e bottiglie nei supermercati.

Il latte crudo richiede, infatti, particolare attenzione nella conservazione e va mantenuto al fresco durante l'intero tragitto verso casa, ad esempio utilizzando una borsa termica.

Il latte crudo, inoltre, va consumato entro tre giorni, avendo sempre la premura di bollirlo prima di berlo o d'utilizzarlo nella preparazione di gustosi piatti in modo da uccidere il batterio dell'escherichia coli.

Una volta seguite queste fondamentali regole si può gustare il gusto per molti inedito di un latte fresco, genuino e decisamente saporito dal momento che non ha subito trattamenti ed è ricco di grassi, aspetto che peraltro invita a non eccedere nel consumo del prelibato alimento.

Dove